X
Nell’alta valle dell’Aniene si trovano due sistemi montuosi:
i monti Ruffi e i monti Ernici: l’area è caratterizzata prevalentemente da fitte aree boschive di castagni, in questa cornice naturale, ubicato su uno sperone di roccia calcarea, si trova il comune di Rocca Santo Stefano.
Il comune
Eventi

 

Festa del Corpus Domini con infiorata:

  


La tradizione dell’infiorata del Corpus Domini si perde nella notte dei tempi. A Rocca S. Stafano come in molti paesi del Lazio è infatti consolidato spargere dei fiori lungo le strade del paese attraversate dalla processione. Riprendendo questa tradizione negli anni 80 un gruppo di giovani del paese ha tentato di rendere più caratteristica tale manifestazione e si è impegnato a realizzare dei veri e propri tappeti floreali intorno alla piazza centrale di Rocca. Allorché all’iniziale gruppo di infioratori si sono aggiunti dei giovani particolarmente dotati nel disegno, alcuni dei quali diplomati all’istituto d’Arte, l’infiorata ha assunto la connotazione attuale e si sono potuti riprodurre anche quadri di pittori famosi. Nell’attuale infiorata pur mantenendosi un carattere religioso vengono trattati alcuni temi a sfondo sociale o strettamente legati ad argomenti di attualità. Da anni ormai l'Infiorata di Rocca Santo Stefano è divenuta una delle più ammirate e prestigiose della zona, occasione di incontro e pretesto per molte associazioni. Legata alla festa religiosa del Corpus Domini, è una festa mobile, che si tiene a circa 70 giorni dalla Pasqua, tra maggio e giugno. 

 

 


 

Sagra degli Gnoccacci:
Sagra degli gnoccacci tradizione e cultura per ricordare vecchi sapori come gli gnoccacci, una pasta di acqua e farina condita con sugo ai funghi porcini raccolti nei boschi di castagno. Si tiene tradizionalmente nel periodo di fine giugno.


 

Manifestazione del Presepe vivente:

     

Questa manifestazione è nata nel 2007 per la valorizzazione del patrimonio storico culturale del paese, senza perdere di vista l’aspetto fondamentale della manifestazione, quallo della cristanità.Quest’anno alla sua III edizione. A dicembre verrà aperto al pubblico un presepe realizzato lungo i vicoli del centro storico con statue a misura d’uomo cui solo in due occasioni si sostituiranno personaggi veri e propri che rievocheranno antiche arti e mestieri del popolo.

 


 

Agosto Roccatano:
Ancora una volta l’ormai storico progetto con una serie di iniziative, attività culturali e ludiche che accompagnano ed integrano l’otium della calura estiva e rendono motivo di crescita il periodo della vacanza collettiva, ciò per l’intero mese di agosto. Evidente, tra le altre,la finalitàaggregativa di tali iniziative, volte al recupero delle tradizioni e del folklore locale e, segnatamente, gioviale e amicale che sembra caduto in oblio nei tempi d’oggi, nella vita caotica imposta dai ritmi cittadini, ove spesso la nostra azione è compressa insieme alla nostra umanità. Pertanto, iniziative e spettacoli in un ambiente veramente a misura d’uomo, ove è favorito il recupero dei valori più autentici della vita e dei rapporti interpersonali, nel contesto raccolto e pittoresco del paese e nella tradizionale ospitalità e cordialità della popolazione, che costituisce vanto e peculiarità del territorio.

 

  • Il meteo
    Meteo Rocca Santo Stefano